Spunti di riflessione

Il ruolo della donna nel viaggio di Pokares

Un fotografo lascia la propria terra. Lascia con essa momenti di storia, ricordi, sentimenti.

Questa terra non è mai citata con il suo vero nome, ma ad un lettore che conosce l’autore non è difficile intravedere anche se pur vago, il riferimento alla Sardegna. Come dietro questa Terra sconosciuta si intuisce l’isola mediterranea, anche dietro lo pseudonimo di colorazione russa si cela l‘autore, scopribile anche attraverso l’anagramma del proprio nome.

E da questa terra “fatta di odori, sapori, tempi, modi, spazi, ..” si sviluppa la sua esperienza in un mondo nuovo, ignoto, un mondo che però ripropone temi di fondo dell’uomo, e nel caso specifico anche del fotografo.

Il suo costante confronto con la realtà lo pone nella condizione di avere bisogno di un dialogo. Un dialogo con una “voce femminile” che sa soprattutto e innanzitutto ascoltare.

Un ascolto non passivo ma costruttivo, capace di raccogliere la sua vita passata e i suoi sentimenti. Capace di interpretare le sue passioni e indirizzare i suoi pensieri.
E così diventa la sua luce, che illumina nel buio la via della conoscenza e lì si ferma.
Lo aiuta nella comprensione di sé stesso e di ritorno ottiene la sua stessa sussistenza fino e oltre la morte.
Il suo desiderio di ritrovarla nella sua pienezza si compenetra nel riscoprirla vicino a sé stesso, anche se virtualmente.

Un ruolo femminile reale, anche se in una realtà virtuale.

L’avvento del mondo digitale

L’avvento del mondo digitale, all’insegna delle tecnologie e dell’innovazione a tutti i costi, ha ridotto l’immaginazione del futuro e l’ha ricondotta a scenari stereotipati, scenari di automi contro l’uomo, privi di sentimento o piegati a un sentimento insipido, spettacolarizzati dal cinema e dai ritmi sempre più incalzanti.
Automatismi ed efficienza a tutti i costi sembra essere la parola d’ordine.
Niente di tutto questo nel viaggio di Pokares , un fotografo che si trova a lasciare la terra tradizionale per approdare nella terra digitale, dove tutte le regole sono stravolte e i paradigmi sono tutti da scoprire.
Certo è che i veri temi del fotografo e dell’uomo emergono ancora più forti che in passato.
Su questo palcoscenico, fatto di eventi a teatro, sulla strada, su spazi immaginari sul micri e macrocosmo, il nostro amato fotografo, rappresentante del mondo della visione, si confronta con la verbalità, incarnata in una voce attraverso la quale nasce il dialogo, filo conduttore che porta il lettore fino alla fine, in un crescendo basato su sentimenti, scoperta di quesiti e riflessioni profonde.

Un duetto che probabilmente suggerisce come la multimedialità è sintesi raffinata di visione e verbalità e non un semplice accostamento di due anime semplicemente diverse.

Teatro della vita

Nel cuore di questo testo c’è uno spettacolo teatrale. La sua creazione con una cronologia inversa rispetto a quello della vita reale sembra non essere una contrapposizione secca. Sembra più una lettura a ritroso, una lettura che noi sovente facciamo del passato. E averlo incastonato nel capitolo dedicato al teatro sembra un elemento curioso.
E a quel che so, questo capitolo non è stato scritto nello sviluppo del testo dove si trova. Pare che sia l’ultimo pezzo scritto, prprio per completare l’opera nell’intento di esporre la rosa dei sentimenti dentro una cornice “teatrale”.

Costruire un racconto o coglierlo?

Questa narrazione sembra una costruzione che però va colta nella sua natura spontanea. Il tema della fotografia è presa come spunto per il dualismo cogliere la realtà – costruire la realtà.

E il testo è in questo senso una metafora provocatoria, subdolamente provocatoria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...